Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018

Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018? Il Direttore di Banca è sicuramente uno dei lavori più ambiti un pò da tutti, una figura così rispettosa e di autorità all’interno di tutti gli istituti bancari. Ma, effettivamente, quanto guadagna un Direttore di Banca nel 2018?

Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018

Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018: da cosa può dipendere lo stipendio?

In realtà, non esistono degli stipendi predefiniti per un Direttore di Banca a cui possiamo fare affidamento. Ci sono moltissimi fattori a cui bisogna far riferimento che possono aumentare o diminuire lo stipendio di un Direttore di Banca. Due Direttori con stesse mansioni all’interno di due filiali diverse, possono avere due stipendi differenti, ma da cosa dipende esattamente? Guardiamolo insieme:

  • la grandezza della filiale: ovviamente più la filiale appartiene ad una Banca con elevati volumi d’affari, più il Direttore percepirà uno stipendio più alto rispetto a colui lavora per una Banca più “contenuta”;
  • anzianità del Direttore di Banca: all’interno della formula di calcolo dello stipendio per un Direttore di Banca, uno dei fattori più importanti è proprio l’anzianità del Direttore stesso. Questo fa sì che ci sia abbastanza differenza di stipendio tra chi è diventato Direttore da poco tempo e da chi svolge la predetta mansione da svariati anni;
  • indennità: queste possono riguardare rischi particolari e possono modificare lo stipendio fino al 20%;
  • inquadramento contrattuale: il Direttore di Banca può essere impiegato sia come Dirigente della filiale sia come impiegato semplice (questo avviene spesso nelle filiali abbastanza piccole o di periferia).

Ovviamente, tenendo conto di queste variabili, possiamo comprendere al meglio quanto riportato nei paragrafi successivi.

Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018: stipendio minimo e stipendio massimo

Attualmente, sul suolo nazionale, lo stipendio di un Direttore di Banca può essere inserito nella seguente forbice:

  • un minimo di 1.700,00€ per 14 mensilità;
  • un massimo (ma, a volte, viene anche superato) di 3.200,00€ sempre per 14 mensilità.

Si tratta di stipendi che sono da considerarsi buoni, se non molto buoni, in un contesto italiano dove le retribuzioni sono mediamente basse, almeno se paragonate a quelle che sono le retribuzioni nei paesi OCSE e nei paesi dell’UE.

Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018: conviene studiare per diventarlo?

Crediamo che il Direttore di Banca sia una delle professioni a cui ambisce la maggior parte degli italiani, in quanto le retribuzioni sono considerate più che adeguate. Soprattutto nel settore dei servizi, al momento, non conosciamo posizioni in grado di ricevere stipendi superiori. Bisognerà, ovviamente, puntare a filiali di medie/grandi dimensioni, avere le competenze giuste che permettono l’aumentare delle indennità cercando di strappare un contratto di natura dirigenziale.

Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018: all’estero si guadagna di più

Vale inoltre la pena ricordare che in moltissimi dei paesi UE gli emolumenti destinati ad un Direttore di Banca sono molto più alti:

  • in Inghilterra ci si possono aspettare, di partenza, almeno 55.000,00€ netti l’anno, soprattutto per chi riesce a lavorare a Londra o nelle altre città ad alto valore economico aggiunto;
  • in Germania sono leggermente inferiori, partendo per chi comincia il lavoro di direttore di banca, circa 40.000,00€ su base annua;
  • in Svizzera: parliamo del paese con il livello più alto di stipendi in tutta l’Europa. Si parte da circa 9.000,00€ al mese per un ruolo del genere, a salire in relazione alle competenze di cui si è in possesso e in relazione al valore aggiunto che possiamo offrire alla banca.

Quanto guadagna un Direttore di Banca 2018: cosa studiare per diventarlo?

Ci sono molte strade per cominciare a lavorare in banca e successivamente tentare la scalata per diventare Direttore.

I profili più idonei sono sicuramente quelli del laureato in economia e commercio, possibilmente con una specializzazione in finanza o economia bancaria. Molto attraenti per le banche sono anche i profili che provengono dal mondo dell’ingegneria gestionale.

Chi ha intenzione di tentare questo tipo di carriera, avrà sicuramente il massimo dei benefici seguendo una delle due strade che abbiamo sopra indicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *