Diciotti, la nave: che cos’è e da cosa deriva il suo nome

Da qualche mese si sente spesso parlare della nave Diciotti. Tutti i canali di comunicazione ne parlano ininterrottamente. Tra politica e interesse sociale internazionale non si discute di altro. L’argomento è molto caldo e ha scatenato molti dibattiti a seguito dell’ultimo arrivo in Italia. Ma a cosa sono collegate tutte queste polemiche? Cosa avrà mai fatto di sbagliato questa nave? Da cosa deriva il suo nome? Scopriamolo subito.

Nave Diciotti: che cos’è

La Diciotti è una nave facente parte del Corpo della Guardia Costiera. Varata il 15 luglio 2013 e consegnata al Corpo delle Capitanerie di Porto nel marzo 2014, è diventata famosa per un episodio molto importante. La forte ondata di immigrazione dalla Libia che ha colpito l’Italia ha reso celebre questa nave. Ultimamente infatti sono giunte sulle coste italiane centinaia di immigrati trasportati dalla Diciotti. L’arrivo ha scatenato un vero e proprio putiferio. Il ministro Salvini ha vietato categoricamente a chiunque di scendere dalla nave, soprattutto ai migranti presenti. Ciò ha scatenato reazioni contrapposte. L’opposizione politica si è mostrata disgustata dal comportamento del ministro, reputandolo un comportamento che va contro i principi umanitari. Dall’altra parte in molti hanno giudicato con favore il comportamento adottato. Le polemiche e i consensi non smettono di giungere, sia dai cittadini che dai politici. Di sicuro la situazione non è per niente tranquilla.

diciotti

Nave Diciotti: da cosa deriva il suo nome

La nave è stata battezzata con il nome del generale italiano Ubaldo Diciotti. Nato il 23 dicembre 1878, è entrato nel Corpo delle Capitanerie di Porto nel 1901. Ha partecipato alla Prima guerra mondiale per tutto ciò che concerneva l’armistizio concesso all’Austria.Ungheria. Diciotti contribuì alla riorganizzazione del porto di New York e all’ampliamento del porto di Sampierdarena. Ha preso parte anche alla Seconda guerra mondiale ricevendo la Medaglia d’Argento al Valor di Marina. Muore il 4 giugno 1963 a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *