Mail Chimp: come monetizzare i tuoi database subito

Mail Chimp è uno strumento molto utile. Il suo utilizzo è molto diffuso alla stregue di altre piattaforme analoghe come MailUp. Infatti chi ha ad esempio un sito web non può farne a meno. Soprattutto se questo sito ha molti visitatori. In questo caso saranno tanti gli utenti che vorranno essere aggiornati sulle novità riguardanti il sito stesso. Ma non solo. Anche per monetizzare tramite pubblicità. Varie sono le opportunità, ma vediamo bene quali sono.

Mail Chimp: che cos’è

MailChimp non è altro che una piattaforma che si occupa di inviare newsletter. Si possono personalizzare andando a modificare i template oppure i font dei testi. Grazie a questo strumento è possibile creare anche dei form per la raccolta mail sul sito. In pratica con un solo strumento si controlla tutto ciò che riguardala gestione mail. Ecco perché dicevamo precedentemente che si tratta di uno strumento molto utilizzato. Ovviamente vi starete chiedendo quanto può costare un servizio del genere. Sono previsti 3 piani tariffari in base alle proprie esigenze:

  • New business: 2.000 iscritti e un massimo di 12.000 mail mensili inviate (gratis);
  • Growing business: massimo 500 iscritti (10 dollari al mese), massimo 1.000 iscritti (15 dollari al mese), massimo 1.500 iscritti (20 dollari al mese), ecc… È prevista anche l’assistenza da parte dell’azienda;
  • Pro Marketer: Stessi servizi del Growing più alcuni servizi mirati per le grandi aziende (199 dollari al mese).

I pagamenti possono essere svolti sia con carta di credito che con PayPal.

mail chimp

Mail Chimp: come cominciare

Per cominciare ad usare la piattaforma, occorre innanzitutto creare un account. Basta andare sul sito ufficiale e cliccare su Sign Up Free. Una volta verificato l’account tramite la mail che l’azienda vi invia, procederete a compilare tutti i campi con i dati personali. Una volta svolto questo procedimento potrete da subito cominciare ad usarlo. Non vi resterà che creare i vostri primi invii di newsletter con novità anche promozionali e quindi cominciare pure a guadagnare con campagne pubblicitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *