Banner Quale.it 728 x 90 px

Differenza tra tassa e imposta: cosa sono e come non confondersi

Condividilo coi tuoi amici

La differenza tra tassa e imposta non è chiara a tutti. E in effetti c’è una sottile differenza tra le due cose. Una differenza così sottile che spesso tendiamo a confonderle. Ma è importante capire esattamente cos’è una tassa e cos’è un’imposta. Infatti in questo articolo proviamo a spiegarvi bene cosa sono per aiutarvi a fissare bene i concetti. Partiamo dal presupposto che sono entrambe entrate per le casse dello Stato. Forse è questa la ragione per cui si confondono. Queste entrate sono finalizzate a garantire alcuni servizi come quello sanitario. Ma in cosa si differenziano tasse e imposte? Perché è opportuno distinguerle? Scopriamolo subito di seguito.

unicef

Differenza tra tassa e imposta: che cos’è una tassa

Partiamo col definire prima che cos’è una tassa. Una tassa è un tributo che un individuo versa per l’utilità che riesce a trarre dalla prestazione di un servizio pubblico. L’attività in questione può essere sia amministrativa che giurisdizionale. Questi servizi sono forniti in seguito ad una richiesta da parte dell’individuo stesso. Quindi si ha nel momento in cui si usufruisce di un servizio pubblico. Possiamo fare diversi esempi per rendere ancora più chiaro il discorso. Un esempio può essere la tassa sui rifiuti oppure la tassa sulle concessioni amministrative. In entrambi i casi, l’utente fa richiesta e riceve un servizio. E di conseguenza deve corrispondere una somma di denaro. Diverso è il discorso delle tariffe come quella per i trasporti ferroviari o per le forniture di luce e gas. qui parliamo di contratti veri e propri.

differenza tra tassa e imposta

Differenza tra tassa e imposta: che cos’è un’imposta

Diverso è il caso delle imposte. Un’imposta è una somma da pagare indipendentemente dalla prestazione di servizi da parte di un Ente. Ad esempio un impiegato che lavora per un’azienda, producendo reddito, produce anche un’imposta su quel reddito. Stesso discorso vale per gli imprenditori con l’utile aziendale. Altro esempio ancora sono i possessori di proprietà immobiliari. Su ogni immobile ha delle imposte da corrispondere. Esempio lampante è l’ICI. Se la nostra guida è stata utile, ti consigliamo di seguire la nostra guida sulla differenza tra fattura e ricevuta.

Condividilo coi tuoi amici
Banner Quale.it 728 x 90 px

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *