Operazioni bancarie classificazione

Le operazioni bancarie sono il motore delle banche e sono raggruppate in diverse categorie. Sono fondamentali perchè sono alla base delle attività bancaria che siano esse effettuate dalla banca o dal cliente. Attraverso le operazioni bancarie vengono regolati i rapporti tra banche e clienti. Possono essere suddivise in due categorie principali:

  • Operazioni bancarie Attive
  • Operazioni bancarie passive

Operazioni bancarie Attive

Rientrano nella categoria delle operazioni bancarie attive, tutte quelle operazioni in cui i clienti richiedono finanziamenti o accesso al credito, e la banca verifica la solvibilità e concede o declina la richiesta di finanziamento. L’esempio più classico è il mutuo.

Operazioni bancarie Passive

Rientrano invece nella categoria delle operazioni bancarie passive, tutte quelle operazioni in cui è il cliente a fare l’operazione, un esempio è il deposito di denaro sul conto corrente.

Operazioni di intermediazioni

La banca spesso si pone come intermediario tra i risparmiatori e chi neccessita di finanziamenti, in questo caso la banca raccoglie i fondi dai risparmiatori per concedere finanziamenti a chi necessita di credito. Questa intermediazioni si avvale delle operazioni attive e passive descritte prima. I servizi che le banche offrono ai loro clienti rientrano tutte in quelle due categorie in base alla tipologia. Tutte le banche fanno uso di queste operazioni, inserite e riconosciute anche nel codice di trasparenza delle banche. Inoltre vi ricordiamo che tutte le operazioni bancarie hanno una durata a scadenza decisa in accordo con l’istituto di credito. Inoltre tutte le operazioni hanno delle spese previste dalle banche, spese che non sono standard ma che variano a seconda dell’istituto che avete scelto.

Leave a Reply