Mutuo e Prestiti differenza

Mutuo e prestito sono due forme di finaziamento in cui la banca concede una somma di denaro al cliente che deve poi essere restituita da quest’ultimo compresi gli interessi. In breve il mutuo viene richiesto per somme ingenti e per periodi lunghi, il prestito invece per importi inferiori e periodi di tempo limitati e più brevi. In entrambi i casi parlando sia di mutuo che di prestito indichiamo una circostanza in cui un soggetto richiede una somma più o meno consistente di denaro e si impegna a restituirla.

Principali differenze tra Mutuo e Prestito

Abbiamo visto che entrambe le tipologie sono delle forme di finanziamento a renderle diverse sono le principali caratteristiche, che possono rendere l’una o l’altra più vantaggiosa a seconda delle esigenze. Adiamo a analizzare gli aspetti di entrambi i metodi di finanziamento.

Per quanto riguarda il prestito:
1. Presenta una durata inferiore a quelle del mutuo.
2. Il prestito prevede l’erogazione di una piccola somma, per questo generalmente non vengono chieste garanzie salvo casi particolari.
3. Il prestito non ha sgravi fiscali, poichè esso viene richiesto generalmente per esigenze non considerate primare.
4. Con il prestito non siamo obbligati a dichiarare il perchè viene richiesta la somma, può essere utilizzato dal richiedente nella maniera che desidera.
Per quanto riguarda invece il mutuo le caratteristiche principali sono:
1. Il mutuo deve sempre essere finalizzato all’acquisto di un bene, che deve essere dichiarato, solitamente si richiede un mutuo per l’acquisto di una casa o di una struttura per l’azienda come un capannone.
2. Si può usufruire di agevolazioni fiscali, come per esempio la detrazione di parte degli interessi dalle tasse.
3. La durata di un mutuo è medio- lunga, fino ad arrivare a trent’anni.
4. La somma che si puà richiedere con un mutuo è elevata
5. L’istituto di credito a cui si richiede il mutuo richiede delle garanzie, sia personali che materiali. Ad esempio l’ipoteca sulla casa, o sul bene che acquisterete.

QUALI SONO I PUNTI DI FORZA DI QUESTE DUE FORME DI FINANZIAMENTO?

Scegliere tra una o l’altra soluzione richiede la valutazione della situazione in cui siete. Per capire quale delle due modalità è più adatta a voi vi elenchiamo di seguito i punti di forza di entrambi. Per il prestito:
1. Ha una velocità superiore per essere erogato dalle 24 ore ai 15 giorni
2. Non serve un notaio in quanto è un atto pubblico
3. Ci sono meno spese per l’apertura della pratica di richiesta
Sottoscrivere un mutuo invece avrà questi vantaggi:
1. Tassi di interesse più bassi
2. Durata più lunga
3. Potrete richiedere importi più elevati
Ricapitolando un prestito lo potrete ottenere in tempi brevi, con spese minori e la durata breve e solitamente senza garanzie, ma la somma non sarà elevata. Mentre per il mutuo i tempi di concessione sono più lunghi e la richiesta ha costi maggiori e dovrete avere garanzie solide per vedervelo concesso, ma potrete avere una somma più elevata e un tempo per la restituzione fino a 30 anni.
Per quanto riguarda i prestiti va fatta una precisazione, si dividono in due categorie, quelli finalizzati e quelli non finalizzati. Quelli finalizzati sono strettamente legati all’acquisto di un determinato bene e sono quei prestiti che solitamente potete richiedere direttamente nel negozio in cui andate ad acquistare il bene in questione, per questi prestiti solitamente non sono necessarie garanzie o pratite da svolgere. Nel caso dei prestiti non finalizzati invece vi dovrete rivolgere direttamente alla banca, non dovrete specificare in che modo utilizzerete i fondi.

COSA DOBBIAMO VALUTARE PRIMA DI PROCEDERE CON UN PRESTITO O UN MUTUO?

Abbiamo detto che la scelta andrà fatta in base alla nostre esigenze e quindi dovrete valutare gli aspetti importanti prima di procedere nella scelta.

1. Importo da richiedere
2. durata
3. la tipologia
4. il Taeg che è il reale costo del finanziamento
Questi sono tutti aspetti da valutare attentamente prima della richiesta, se vi trovate a dover richiedere un mutuo casa il primo aspetto che dovrete considerare e il tasso, che potrà essere fisso o variabile.

PRESTITO CASA E MUTUO CASA, LE DIFFERENZE

Il prestito casa è un finanziamento che solitamente viene richiesto per eseguire dei lavori all’interno dell’immobile. Si fa richiesta solitamente per coprire piccole spese legate a lavori di ristrutturazione, manutenzione o più semplicemente per l’arredamento. Il mutuo invece solitamente si richiede per l’acquisto dell’immobile, può essere a tasso fisso, variabile o misto e solitamente l’addebito avviene direttamente in conto corrente.

IL TASSO DI INTERESSE DEL MUTUO: LE DIFFERENZE

Il tasso di interesse fisso è un tasso che resta invariato per tutta la durata del contratto, è una garanzia contro le oscillazioni del mercato ma al tempo stesso non consente di usufruire di eventuali agevolazioni. Il tasso variabile invece prevede, rate differenti in base al tasso di mercato e alla politica economica, il rischio è che potrete trovarvi a pagare una rata più alta che potrebbe anche non essere sostenibile. Il tasso di interesse misto consente di passare da un tasso fisso a uno variabile con delle scadenze, che sono stabilite dal contratto iniziale con la banca, con questa tipologia ha vantaggi e svantaggi sia del tasso fisso che del tasso variabile.

Leave a Reply