Conto corrente Bancario costi

Quando scegliamo un conto corrente bancario una delle principali voci da valutare sono i costi. Ogni conto corrente, sia bancario che Postale ha delle spese fisse, che sono quei costi che bisogna sostenere per aprire il conto corrente e per la sua gestione ordinaria. Esistono poi anche dei costi variabili che sono tutte quelle spese che variano appunto in base al numero di operazioni che effettuiamo. Se avete un conto corrente o state pensando di aprirne uno a canone fisso, questa voce andrà pagata mensilmente o annualmente. Tutte queste voci determineranno qual è la migliore banca per aprire un conto corrente.

Conto corrente bancario zero spese

E’ sempre più diffusa la formula di conto corrente a zero spese, formula che molti correntisti tendono a scegliere per risparmiare su commissioni e sulle spese di gestione dei risparmi depositati sul conto corrente. Come abbiamo visto le spese di un conto corrente sono fisse o varibili, la caratteristica principale di questa tipologia di conti correnti è appunto quella di non prevedere costi. Tra le spese fisse sono le imposte di bollo, il canone annuo e i costi per i bancomat e le carte di credito mentre per le spese variabili troviamo i costi dei prelievi ATM, bonifici, F24 e bollette. Tutte queste spese vengono annullate con la possibilità di effettuare e operazioni tramite l’home banking in modo gratuito. Normalmente i costi sono pari a zero perchè la maggior parte delle operazione viene effettuata online, e infatti per aprire un conto corrente senza spese molto spesso basta effettuare la procedura tramite un pc e nel giro di pochi giorni, se non addirittura ore in alcuni casi il conto è a vostra disposizione.

Quanto costa chiudere un conto corrente?

Quando si ha un conto corrente a volte si ha anche l’esigenza di chiuderlo, magari perchè vogliamo aprirne un altro in un istituto di credito che ci offre meno spese e condizioni più vantaggiose. Come chiudere il conto corrente in banca? Dovrete recarvi alla filiale, se avete assegni e carte portarli con voi per la riconsegna e firmare la documentazione per la chiusura del conto, in caso il conto sia on line basterà inviare i documenti via fax o mail. Normalmente il costo di chiusura conto ha spese pari a zero, ma ci saranno comunque delle spese da sostenere, una quota del canone annuo e una quota dell’imposta di bollo. Queste spese non sono relative alla chiusura del conto corrente ma semplicemente sono relative all’utilizzo del conto fino a quel momento. Queste spese sono da considerarsi sia che il conto è tradizionale sia che è online.

Quanto costa aprire un conto corrente?

Abbiamo visto quali sono le spese per chiudere un conto in banca ora vediamo quanto costa invece aprirne uno. Normalmente l’apertua di un conto corrente così come la chiusura è gratuita, vi verrà chiesto di versare una somma dopo la firma dei documenti. Ricordate di informarvi prima delle condizioni, delle spese sia fisse che varibili prima dell’apertura.

Leave a Reply