Carte di Credito: Revolving Gratuite e senza busta paga

Per Carta di Credito si intende quella carta plastificata che funge da strumento di pagamento elettronico (o carta di pagamento). Nata nel 1950 negli USA, oggi è uno degli strumenti da pagamento più utilizzati al mondo perché permette di avere a disposizione un volume minore di contante in tasca, garantendo una maggiore sicurezza. La Carta di Credito viene rilasciata da un ente finanziario (di solito una Banca) al momento dell’apertura di un Conto Corrente Bancario.

Le carte di credito, sono dotate di un sistema all’interno che permette di riconoscere il possessore e di memorizzare i dati dell’ente che l’ha erogata. La carta di credito ha delle dimensioni standard (85,60 × 53,98 mm e uno spessore di 0,76 mm) ed è composta da una banda magnetica (o anche doppia), un microchip, il numero seriale della carta di credito, la striscia per la firma, il codice di sicurezza a 3 cifre della carta (CVV card validation code), il nome del titolare della carta e la data di scadenza entro la quale si possono effettuare prelievi e pagamenti via pos, bancomat e dispositivi elettronici dove poter “strisciare la carta”.

Le componenti della carta permettono di salvaguardare il possessore dai tentativi di frode, ma l’uso sempre più comune della stessa per acquisti online, facilita il fenomeno della clonazione dei codici di autenticazione della carta. Oltre alla clonazione, lo smarrimento rappresenta uno dei problemi più diffusi, anche se facilmente risolvibile con una semplice denuncia. Solitamente le banche che emettono carte di credito mettono a disposizione un numero verde per bloccarla immediatamente in caso di furto o smarrimento. Per i prelievi di contante o per pagamenti presso dei punti vendita, viene utilizzato il codice PIN di 4 o 5 cifre al posto della firma, che viene solitamente richiesta per pagamenti superiori e solo quando si sceglie di pagare con carta di credito sui circuiti internazionali.

Carte di Credito senza busta paga

Quando non si è in possesso di garanzie come una busta paga o qualunque reddito, è difficile che una banca accetti la richiesta di una Carta di Credito. Le cose peggiorano ulteriormente se si è un cattivo pagatore oppure un disoccupato. Ma ci sono dei casi in cui le Carte di Credito vengono erogate anche se non si ha una busta paga da esibire.

Si potrebbe avere una carta di credito senza busta paga se il richiedente dimostra di avere un flusso di entrate costante nel tempo, come ad esempio un assegno familiare oppure un immobile di proprietà che garantisce un incasso perché affittato. In queste condizioni non viene nemmeno richiesta la figura del garante perché per la banca è una tutela sufficiente per il rilascio della carta. Per chi non ha un reddito dimostrabile le carte prepagate (o carte di debito) sono una seconda opportunità per avere uno strumento elettronico di pagamento senza busta paga.  Queste ultime non sono collegate a un conto corrente e di solito hanno la possibilità di contenere una certa somma di denaro. Negano inoltre l’accesso ad altri tipi di fondi o conti e sono assolutamente gratuite.

Carte di credito gratuite

Esiste anche una tipologia di Carta di Credito che è completamente gratuita. Questo dipende dalla banca che la emette, ma di solito quasi tutti gli istituti ne prevedono una come prodotto. In pratica la carta di credito gratuita funziona come la normale senza, però, il pagamento di spese da parte di chi la richiede (come ad esempio il canone annuale). Ovviamente la banca compensa il tutto diminuendo il tetto massimo di spesa rispetto a quella a pagamento, con la previsione però di un possibile aumento se viene fatta richiesta. Possono essere però previsti dei costi aggiuntivi, ma dipende dalla banca (come gli interessi calcolati sul debito dovuto alla banca).

Carte di credito revolving

Le revolving sono carte di credito particolari. L’ente che emette la carta fa una valida analisi del reddito del richiedente e decide la somma da mettergli a disposizione. La somma spesa dal richiedente verrà restituita a rate aggiungendo gli interessi applicabili. Di solito l’istituto finanziario stabilisce una rata minima che il cliente può modificare aumentandola fino al pagamento dell’importo totale. Le carte di credito revolving possono essere utilizzate come le carte di credito classiche, ma la differenza sta appunto nel pagamento a rate mensili delle somme prelevate.

La richiesta può essere fatta ad una banca o ad un istituto finanziario. Una delle carte di credito revolving più utilizzata e conosciuta, è la Carta revolving della Findomestic. Il funzionamento della carta di credito revolving Findomestic è semplice: La finanziaria dopo aver esaminato il reddito, concede un plafond che va dai 1000 ai 5000 euro. Il richiedente della carta, potrà usufruirne a suo piacimento entro il limite e restituirà mensilmente le somme di denaro prelevate fino al raggiungimento di nuovo della somma totale della carta. Di norma la rata mensile che si paga ammonta a circa il 2% del plafond (esempio plafond carta 3000 euro, rata di restituzione 60 euro mensili).

Mastercard

MasterCard ad oggi conta circa 25.000 istituti finanziari che emettono la sua carta. Nasce dall’idea di un gruppo di banche ed istituti di credito, come la United California Bank, la Wells Fargo, la Crocker National Bank e la Bank of California. E’ la più affermata società che produce carte di credito o, più in generale, sistemi di pagamento. Da qualche anno, produce carte di identità per il Governo Nigeriano che contengono dei database con i dati personali e che danno la possibilità anche di essere utilizzate come carte di credito. Tra i suoi prodotti, oltre alle carte di credito, troviamo anche carte prepagate e carte di debito.

 

Leave a Reply